Reparti produttivi

2.350t: la caratteristica della nostra pressa più importante

L’approccio “Risk Based Thinking” contraddistingue la logica preventiva dell’intero sistema di Gestione Qualità ed è l’atteggiamento mentale che il personale di ALPRESS assumono a tutti i livelli nelle scelte e nelle azioni lavorative quotidiane.

Le deviazioni da quelle che sono le aspettative attese e le specifiche previste sono degli errori. Tali errori aumentano gli sforzi, i costi e riducono la competitività.

ALPRESS mira a fare subito le cose nel modo giusto, cercando di prevenire gli errori. In particolare si punta agli “zero difetti” per la produzione.
 
ALPRESS è sempre alla ricerca di nuovi e più efficienti macchinari che garantiscano qualitativamente e quantitativamente il fabbisogno dei numerosi clienti.
Il ciclo produttivo è attualmente così suddiviso:
  • approvvigionamento e stoccaggio delle materie prime;
  • fusione dei pani di alluminio o delle materozze negli appositi forni;
  • travaso del bagno fuso dai forni fusori ai forni di attesa delle singole presse;
  • pressofusione;
  • sabbiatura, smerigliatura e/o altre lavorazioni effettuate esternamente;
  • invio a magazzino;
  • spedizione al cliente.
All’interno delle fasi sopra specificate sono comprese anche altre lavorazioni di finitura dei pezzi e/o manutenzione stampi oltre alla presenza del laboratorio qualità per i controlli (spettrometria, dimensionale, durezza, radioscopia e tomografia) da effettuarsi sulla linea completa del ciclo produttivo.

Reparto Forni - Il reparto dispone di 5 forni fusori di colata a Gas di ultima generazione con capacità fusoria da 1000 a 3000 Kg/h., controllo digitalizzato della temperatura e della carica metallica. L’alluminio fuso alimenta i due reparti adibiti allo stampaggio dei particolari per un totale di 14 isole di pressofusione.
 
Reparto Produttivo – Fonderie – I due reparti dispongono di 14 presse, ogni pressa è collegata al PC centrale e i dati di produzione vengono elaborati in tempo reale. Le presse (Maico Presse e OMS presse), tutte dotate di robot antropomorfo e stampo di trancia, hanno una forza di chiusura da 400 a 2350 tonn. al fine di garantire la produzione di articoli di alta tecnologia nei più svariati settori di attività.


Impianti e forni sono in progressivo aumento sia a livello numerico che tecnologico. Si riportano le caratteristiche delle presse ad oggi disponibili:
2 Presse OMS 400 tonn.
3 Presse OMS 650 tonn.
1 Pressa MAICO 750 tonn.
1 Pressa OMS 800 tonn.
1 Presse OMS 1.000 tonn.
2 Presse OMS 1.150 tonn.
2 Presse OMS 1.350 tonn.
1 Pressa OMS 1.850 tonn.
1 Pressa OMS 2.350 tonn.