ASSOFOND

Là dove non te lo aspetti, la fonderia c'è
Facciamo in modo che tutti sappiano quante cose fa la fonderia e perché è fondamentale per la vita di tutti i giorni. 

L’industria di fonderia: un’eccellenza della manifattura italiana
Con oltre 1.000 imprese e un giro d’affari di 7 miliardi di euro, le fonderie italiane sono al secondo posto in Europa e rappresentano un avanzato sistema di economia circolare


Immaginate, una mattina, di non avere più la vostra auto per recarvi al lavoro. O di non avere i vostri biscotti preferiti per fare colazione. O ancora, di non avere acqua corrente in casa o di non potervi mettere una cintura. Si tratta di situazioni tra loro diversissime, ma che hanno un denominatore comune: sarebbero tutte reali se, di colpo, non esistessero più le fonderie.

È in queste imprese, infatti, che vengono prodotti componenti indispensabili per fabbricare le automobili, le macchine agricole necessarie a coltivare i campi per produrre cibo, o ancora pompe idrauliche, impianti eolici e idroelettrici, motori a reazione per gli aerei, fibbie e altri accessori moda e molto altro ancora.

Sostenibile, circolare, competitiva : è l'industria italiana di fonderia rappresentata nella nuova videografica realizzata da Assofond per promuovere e far conoscere il comparto.
In poco più di un minuto e mezzo, il video spiega quali sono i principali settori utilizzatori di getti e illustra le principali caratteristiche della fonderia italiana, sottolineando il suo ruolo di eccellenza del made in Italy, evidenziandone i numeri e spiegando le principali caratteristiche del settore, a partire dal suo essere da sempre un concreto e avanzato esempio di economia circolare, grazie alla sua capacità di creare nuovi prodotti riciclando rottami metallici giunti a fine vita.



 
 Per ulteriori approfondimenti puoi scaricare il pdf di Assofond